martedì, novembre 15, 2011

Focaccia di farina di castagne e rosmarino ripiena alll lardo e pecorino


E' arrivato il freddo, lo avete sentito??!!
E finalmente è arrivata nei negozi anche la farina di castagne. Avevo già fatto un inutile tentativo verso fine ottobre di andare alla ricerca di questo rarissimo prodotto e in ben due supermercati  mi aveno rifilato due confenzioni della medesima scadutiiii!!
E  un'po' ben mi sta!
Da brava ignorante quale sono, ignoravo, appunto, che la pregiata materia prima arrivasse fresca sugli scaffali solo ai primi di novembre, perchè le castagne mica si raccolgono a luglio!
Adesso che sono stata edotta di questo piccolo e trascurabile particolare non sbaglierò mai piu', lo giuro, chiedo perdono.
Con la mia nuova e freschissima farina mi sono subito data da fare per poter partecipare entro il 21 Novembre al contest-incontro indetto da Cucina Italiana all'interno della manifestazione "Il Desco".
Vi giuro che non è stato facile partorire questa ricettina, forse perchè nel mio immaginario le castagne erano legate a qcosa di dolce e denso tipo il Castagnaccio o la Pattona, come si chiama a Parma, ma dopo diversi tentativi finiti nel bidone, ho trovato la formula magica: focaccia di farina di castagne e rosmarino farcita con fettine di lardo pancettatto e pecorino al peperoncino.
Un'ottimo incontro tra dolce e salato, il carboidrato castagnoso e profumato caldo caldo, il lardo che cola e il piccante del peperoncino.....manca solo un bel bicchiere di rosso e voilà, cosa chiedere di piu' per le cenette atunnali e poi la focaccia è pure conviviale, bisogna chiamare qcuno e farla fuori in compagnia, a mangiare in gruppo, si sa, c'è piu' gusto!!

Per far la focaccia ho seguito una ricetta, da me leggermente modificata con l'aggiunta della castagna, che spopola negli ultimi tempi sul web (cavoletto di bruxelles in primis) e che personalmente trovo comodissima e di sicura riuscita, la focaccia "solo mescolata e non impastata" di Giorgio Locatelli. Cosi' eviterete pure l'acido lattico ai bicipiti!



Ingredienti 

per la focaccia:
farina manitoba 200g
farina di castagne 150g
farina tipo 00 150g
lievito di birra fresco 15g
acqua tiepida una tazza e mezza
olio d’oliva extravergine 2 cucchiai
sale 10g
rosmarino fresco qualche rametto

per la salamoia
acqua tiepida 6 cucchiai da cucina
olio d’oliva extravergine 6 cucchiai da cucina
sale 25g

per il ripieno:
lardo pancettato o di colonnata 
pecorino al peperoncino 
Quanto vi pare....

Mescolate tutti gli ingredienti della salamoia shackkerandoli in un vasetto col coperchio ben sigillato, fino ad ottenere un liquido denso.
In una ciotola setacciate le diverse farine e il sale, create la fontana e versatevi al centro l’olio e il lievito sciolto nell’acqua tiepida, mescolate con un cucchiaio, poi ungete la superficie dell’impasto (senza averlo impastato) con poco olio e lasciatelo riposare coprendo la ciotola con un panno umido, per 10 minuti.
Ungete una teglia da forno, riversatevi l’impasto (che rimane molto soffice-appiccicoso), ungete di nuovo leggermente la superficie e lasciate riposare per altri 10 minuti.
Poi, usando il matarello, partendo dal centro, stendete leggermente la focaccia, una volta verso il basso e una verso l’alto, senza premere troppo, delicatamente. Lasciate riposare per 20 minuti.
A questo punto, con la punta delle dita, formate tanti bucchetti sulla superficie dell’impasto, rimescolate la salamoia e versatela tutta sulla focaccia, riempiendo tutti i buchetti formati prima, (versatela proprio tutta la salamoia, anche se sembra tanta, serve a far diventare la focaccia veramente morbida).
Lasciate riposare di nuovo per 20 minuti.
Infine aggiungete un po’ di rosmarino tagliuzzato e infornate il tutto a forno già caldo a 220°C, lasciando cuocere per 25 minuti o finché la focaccia non sia dorata. Lasciate intiepidire su una griglia prima di tagliare tanti piccoli quadratini da farcire con il lardo e il pecorino a scaglie.