lunedì, dicembre 08, 2014

8 Dicembre. Glogg: la versione svedese del nostro vin brulé


Siccome domani le previsioni meteo hanno annunciato un discreto calo della temperatura, oggi andiamo su qualcosa di decisamente alcolico: Il Glögg.
Il vino caldo speziato appartiene alla cultura di molti paesi del nord Europa, (da me, il vin brulé si beve di rigore dopo la messa di Natale e ogni tanto lo si prepara anche in casa, tanto per creare un po’ di atmosfera…). In Svezia, chiaramente, fa più freddo che da noi, per questo il glögg non  prevede solo vino, ma anche una buona aggiunta di rum, ancora meglio se invecchiato 7 anni e caramellato a fiamma viva, un'po' come si fa con l'assenzio.
Mi raccomando non date fuoco alla casa, se preferite, potete sostituire il rum con la vodka, per un gusto meno dolce.
Con questa ricetta otterrete circa 8-10 tazzine utilizzando una bottiglia intera di vino rosso. Se volete, potete anche confezionare bottigliette più piccole da regalare, basterà metterle qualche secondo in microonde per riscaldarle.
In Svezia il vino caldo viene servito in tazzine o bicchierini piccoli dove vengono messe mandorle e uvette, così sembra quasi una sangria di frutta secca, con lo sprint del rum.
L'accoppiata svedese per eccellenza , pare sia: vino caldo & Lussebullar (briochine a forma di "S" allo zafferanno e uvetta); i dolcetti di Santa Lucia  (13 dicembre) , , prossimamente su questi schermi...non mancate!!


Ingredienti:
1 bottiglia di vino rosso decente, tipo Cabernet Sauvignon o Syrah
1-2 tazze di rum scuro 
1 tazza di zucchero e 4 cucchiaini per caramellare
Spezie:
3 bastoncini di cannella
1 cucchiaino di chiodi di garofano interi
1 cucchiaino di noce moscata
2 bucce di arancia
5 baccelli interi di cardamomo
un piccolo pezzo di zenzero, tritato
20 uvetta
optional: un paio di fichi secchi

Per caramellare:
una tazza di rum 
1/3 tazze zucchero di canna
Servire con mandorle pelate e uvetta passa


Preparazione:
Riscaldate il vino con lo zucchero senza farlo bollire. Unite tutte le spezie al vino caldo, spegnete il fuoco e lasciate riposare il vino, coperto col coperchio, per almeno 4 ore (o meglio tutta una notte). 
Filtrate le spezie dal vino e scaldatelo, anche in questo caso assicuratevi che non arrivi a bollore. Nel frattempo preparare un setaccio in acciaio con lo zucchero di canna. Quando il vino è caldo, posizionate il passino sulla pentola, versate il rum sopra lo zucchero e poi date fuoco al vino. Togliete la casseruola dal fuoco e coprite con un coperchio per fermare le fiamme. Se pensate che il glögg sia troppo dolce, potete allungarlo con altro vino o rum.
Servite il glögg in piccole tazze, dove avrete messo le mandorle pelate e l'uvetta.